Si consiglia agli utenti di leggere la stampa fine relativa alle transazioni BTC di PayPal

Uh oh… Il nuovo rapporto tra PayPal e Bitcoin ha qualche problema?

Che tipo di trucco sta tirando PayPal?

All’inizio della settimana, PayPal ha annunciato che permetterà agli utenti di acquistare articoli e servizi con le valute criptate come bitcoin, bitcoin cash e Litecoin. Il mondo delle crittografie ha celebrato la notizia e l’ha presa come un segno del crescente status mainstream di bitcoin. Ora avevano il permesso di usare il Bitcoin Revolution in uno dei più grandi ambienti finanziari del mondo, e nulla si sarebbe messo sulla loro strada.

In seguito all’annuncio, il bitcoin ha subito una serie di forti aumenti di prezzo che lo hanno portato a superare i 13.000 dollari al momento della scrittura. Tuttavia, gli analisti consigliano agli utenti di leggere le scritte in piccolo quando si tratta di utilizzare bitcoin tramite PayPal, e dicono che la situazione non è proprio come sembra.

Secondo le regole del nuovo rapporto, le persone non potranno trasferire il loro bitcoin o il loro criptaggio dentro o fuori i loro conti PayPal. Questo solleva seri interrogativi su come il denaro digitale debba essere speso. Tutti devono pagare gli oggetti tramite cambi di valuta criptata o portafogli esterni? Se è così, allora il denaro non viene realmente utilizzato attraverso PayPal come il denaro contante o le carte di credito.

Inoltre, gli utenti non avranno il controllo delle chiavi private che consentono le transazioni crittografiche. Queste rimarranno nelle mani dei dirigenti di PayPal. Questo crea un problema ancora più grande in quanto bitcoin e crypto sono progettati per dare agli utenti libertà finanziaria e indipendenza. Questo metodo di funzionamento è molto più simile a quello di un’istituzione finanziaria standard, e va contro le nozioni stesse di ciò per cui il bitcoin e le sue controparti sono stati costruiti. Possiamo usare il bitcoin, ma non ne abbiamo il controllo…

Non completamente chiaro o semplice

Questo ha creato molta tensione nella comunità dei crittografi, con Satoshi Labs – l’azienda dietro il nuovo portafoglio Trezor – che lo prende a cuore e dice a tutti i suoi utenti di evitare di utilizzare bitcoin via PayPal attraverso un nuovo post sul blog. La voce recita:

Non usare PayPal per bitcoin. Ci sono molti altri posti dove acquistare il crypto che vi permetterà di mantenere la proprietà delle vostre monete. PayPal sta concedendo a bitcoin, e i molti altri progetti educativi aspirazionali all’interno della comunità dovrebbero essere evidenziati per evitare che i nuovi arrivati cadano nella trappola di fidarsi di uno dei più grandi avversari a lungo termine di bitcoin.

Il blog sembra implicare che PayPal abbia semplicemente sentito la pressione di permettere l’acquisto di bitcoin considerando quanto grande e resistente sia diventata la valuta negli ultimi anni, ma che non necessariamente la capisce o la apprezza. Inoltre, l'“avversario“ a cui il blog si riferisce è il CEO di PayPal Bill Harris, che nel 2018 ha definito bitcoin come la „più grande truffa di sempre“.